Home » Casa » Bambini » Come scegliere un passeggino leggero

Come scegliere un passeggino leggero

Come scegliere un passeggino leggero
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 7 mesi ago

Fin dal momento in cui una futura mamma scopre di aspettare un bimbo, accade che la stessa inizia a sfogliare con grande interesse i vari cataloghi di carrozzine e passeggini cercando, pur nella sua naturale inesperienza in materia, di districarsi in un mondo fatto di tanti modelli, ciascuno con le sue caratteristiche specifiche.

Già prima che il bimbo nasca viene acquistato per lui il classico trio, composto da carrozzina, ovetto per l’auto e passeggino. Poi, dopo i 6 mesi di vita del piccolo, ci si rende conto che per questioni di praticità il passeggino pesante dev’essere abbandonato, al fine di sostituirlo con un modello leggero, più pratico da maneggiare e da trasportare, anche nel bagagliaio delle automobili più piccole.

Quali caratteristiche deve possedere un passeggino leggero?

Andiamo dunque a vedere nel dettaglio cosa non deve mancare a un passeggino, seppure leggero, affinché lo si possa utilizzare con la massima tranquillità e in totale sicurezza per il proprio bambino. La leggerezza, infatti, non deve mai andare di pari passo con la scarsa resistenza, anzi i due elementi devono essere assolutamente bilanciati l’uno con l’altro.

Inutile dirlo, sono davvero tanti gli aspetti che bisogna prendere in considerazione per riuscire a trovare un modello che soddisfi le proprie esigenze e che possa effettivamente risultare di grande praticità per la mamma e sufficientemente comodo per il bambino, che in fin dei conti ne è il vero utilizzatore.

ProdottoDimensioni Prezzo Voto Azioni
Peg Perego Pliko Mini Classico
83 x 49 x 100 cm
5.7 kg
135.15€ 9.6 / 10 Vedi Offerta Recensione
Chicco Semplicity Plus
106 x 77 x 50 cm
10 kg
129.8€ 9.2 / 10 Vedi Offerta Recensione
Chicco Echo
47 x 82 x 108 cm
10 kg
84.9€ 8.6 / 10 Vedi Offerta Recensione

Le ruote, i freni e la sicurezza

Le ruote sono forse l’elemento più importante da valutare quando si effettua l’acquisto di un passeggino leggero. Il miglior sistema è quello delle ruote gemelle piroettanti, che consentono di muovere il passeggino facendolo girare da qualsiasi lato senza problemi.

Importante è anche il sistema di frenaggio sulle ruote posteriori, che consente di bloccare il passeggino nel momento in cui lo stesso non sta camminando. Normalmente si tratta di un sistema molto pratico, che si può azionare anche con il piede, senza doversi chinare.

Detto ciò, occorre sottolineare anche l’importanza dei sistemi di sicurezza per ogni modello di passeggino. Parliamo delle cinture, ovviamente, ma anche degli spallacci e del davantino. Gli spallacci, quasi in tutti i modelli sono rivestiti di apposita imbottitura che li rende morbidi e riduce al minimo il fastidio per il bimbo. Il paracolpi normalmente non è fisso ma può anche essere rimosso in caso si ritenga necessario.

Insomma, i migliori passeggini leggeri possono essere adattati alle esigenze delle mamme e dei loro bambini, grazie a tante funzioni che ne garantiscono la massima usabilità.

I maniglioni e la possibilità di variare l’orientamento del passeggino

Altri due aspetti importanti da prendere in considerazione quando si valuta l’acquisto di un passeggino leggero, sono l’anatomicità dei maniglioni e la passeggino leggeropossibilità di invertire l’orientamento del bambino. Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, dobbiamo subito precisare che la maggior parte dei passeggini leggeri, ad eccezione di quelli più costosi, non ha un meccanismo che consenta di modificare l’orientamento di seduta del bambino, cosa che invece si può fare normalmente con quelli pesanti.

Del resto, per avere la comodità della leggerezza e della maneggevolezza, a qualche aspetto occorre necessariamente rinunciare. Poco male del resto, perché i bimbi che iniziano ad avere 2 o 3 anni amano camminare guardando la strada e di certo non gradirebbero una seduta orientata verso la mamma. Il fronte strada, perciò, va più che bene per un passeggino funzionale ma comunque non eccessivamente sofisticato.

I maniglioni sono invece molto importanti, devono garantire una buona presa e consentire di portare il passeggino facilmente, anche con una sola mano. Ecco perché sono in molti a preferire le versioni con maniglione unico, passeggini che possono essere manovrati con grande facilità e senza problemi anche quando ci si trova ad aggirare gli ostacoli più antipatici.

Il peso che il passeggino può sostenere

Quando metti a confronto diversi modelli di passeggini leggeri devi sempre fare attenzione al peso massimo che ciascuno di essi è in grado di sopportare. Quel che devi evitare, infatti, è l’acquisto di un passeggino che non sostenga sufficiente peso per poter portare il tuo bambino almeno fino ai 3/4 anni.

Rischieresti infatti di comprare un prodotto che ti sarebbe utile per pochissimo tempo e che dunque non avresti modo di sfruttare al massimo, come sarebbe invece auspicabile. Ecco perché nell’effettuare la scelta del modello giusto per te devi assicurarti che sia indicato come peso massimo un valore di almeno 15 kg. Ciò significa che il tuo bambino potrà sedersi qui comodamente senza alcun rischio che la struttura possa cedere e tendere a rompersi con il passare del tempo.

La reclinabilità dello schienale

Nell’acquisto del passeggino leggero dovrai prestare grande attenzione alla reclinabilità dello schienale. Anche se il tuo bambino ormai sta crescendo e tende a restare sempre più sveglio nell’arco della giornata, sarebbe infatti un errore quello di sottovalutare la possibilità che egli possa addormentarsi all’improvviso mentre fate una passeggiata.

Se lo schienale non si reclina allora può essere un bel problema. Scegliere invece un passeggino all’interno del quale il piccolo possa anche dormire tranquillo, è senza alcun dubbio la soluzione consigliata. In questi casi, infatti, è opportuno non farsi troppi problemi sul prezzo e spendere magari qualche euro in più per avere però un prodotto che possa essere versatile e utilizzabile in diverse occasioni.

Il consiglio è quello di puntare sempre un’occhio anche alla modalità con cui lo schienale si reclina e al livello di inclinazione che lo stesso può raggiungere. Alcuni passeggini leggeri, infatti, seppur descritti come reclinabili, in realtà non consentono al bimbo di dormire, perché si reclinano troppo poco e il piccolo resta comunque per lo più seduto. È pur vero, tuttavia, che questo accade principalmente con i modelli molto economici, quelli che puntano all’essenziale, senza fornire troppi comfort aggiuntivi.

La maneggevolezza e la trasportabilità

La maneggevolezza del passeggino leggero è un aspetto dal quale assolutamente non dovrai prescindere nel valutare il tuo acquisto. Se è vero infatti che questa tipologia di passeggini serve proprio a semplificare la vita, allora è necessario badare ad ogni aspetto, dal meccanismo di chiusura al peso, fino alla presenza di eventuali supporti aggiuntivi che consentano di sollevare il passeggino anche con una sola mano e magari anche di metterlo a spalla.

Partiamo innanzitutto dal peso, che in un passeggino leggero dovrebbe aggirarsi in media intorno ai 5/6 chili, ma che per alcuni modelli può arrivare anche a 7. Parliamo in ogni caso di telai in alluminio, un materiale leggerissimo ma al contempo sufficientemente resistente. La leggerezza del telaio è quella caratteristica che ti consente di portare tutto con una sola mano, mentre con l’altra puoi tenere il tuo piccolo.

La presenza di una tracolla è invece un elemento aggiuntivo grazie al quale potrai liberare completamente le mani e tenerle a disposizione per portare buste della spesa o quant’altro. Naturalmente non tutti i modelli ne sono forniti ed è dunque un altro aspetto che dovrai valutare con attenzione prima di effettuare il tuo acquisto, dandogli importanza quanto basta, a seconda del tuo interesse nel poter avere a disposizione questa comodità aggiuntiva.

Quanto costa un passeggino leggero?

In base al modello che si va a scegliere e alle sue caratteristiche, il passeggino leggero può avere un prezzo variabile che oscilla dai 40 euro o poco più eurofino anche a 100 o 120, a seconda della marca. Al prezzo base si prende un modello altrettanto basilare, di quelli più semplici, senza troppi fronzoli, ma dotati comunque di tutto ciò che è essenziale.

Se invece hai intenzione di spendere un po’ di più, allora puoi puntare su una maggiore qualità e su alcuni elementi aggiuntivi che possono comunque risultare alquanto utili, come ad esempio la tracolla a cui abbiamo accennato sopra, le ruote piroettanti e il praticissimo maniglione unico.

I migliori modelli dispongono anche di un cestello più spazioso per riporre borse o giocattoli del bimbo e hanno anche un pratico rivestimento lavabile che va a foderare la seduta e lo schienale. Chi ha un bimbo piccolo sa bene quanto questo possa essere utile e quanto spesso capiti di trovarsi a dover lavare il passeggino perché si è sporcato di cibo. Poterlo sfoderare non è dunque cosa da poco.

Non sai quali sono i migliori?
➤ Vedi la nostra classifica dei migliori passeggini leggeri aggiornata a agosto 2017.
In alternativa puoi trovare tutte i passeggini leggeri in offerta aggiornate ogni giorno.

Come scegliere un passeggino leggero
4.5 (90%) 10 votes
Categories:
Bambini · Come scegliere
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *