Home » Casa » Cucina » Come scegliere una bistecchiera elettrica

Come scegliere una bistecchiera elettrica

Come scegliere una bistecchiera elettrica
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 2 anni ago

Fare una bella grigliata in compagnia dei propri amici è sicuramente un modo per passare una giornata in allegria, ma anche un modo per stressarsi: certo se sei ospite le cose sono diverse, ma chi è costretto a passare ore ad alimentare il carbone che non ne vuole sapere di accendersi, sarà sicuramente d’accordo nel considerare il barbecue uno stress.

Perchè non passare quindi ad una bella e soprattutto comoda bistecchiera elettrica? Niente più fumo, cattivi odori e lo sporco del carbone, niente più ore passate al gelo o ad arrostirsi sotto al sole, ma soprattutto bistecche e salsicce altrettanto buone come quelle cucinate al barbecue.

La bistecchiera elettrica è un elettrodomestico che non può assolutamente mancare nella casa di un amante della carne e del pesce alla griglia, ma bisogna saper scegliere fra i modelli in commercio. Una buona bistecchiera elettrica infatti non deve avere un esagerato consumo elettrico, non deve essere difficile da pulire e soprattutto la carne deve essere cucinata a puntino. Seguici nella lettura e ti spiegheremo come fare a scegliere una bistecchiera elettrica.

ProdottoDimensioni Prezzo Voto Azioni
Imetec Dolcevita GL5
26.5 x 33.6 x 10.5 cm
2.18 kg
37€ 8.6 / 10 Vedi Offerta Recensione
Rowenta GR3060
-
4.2 kg
72.98€ 9.2 / 10 Vedi Offerta Recensione
Imetec Professional GL3000
34.9 x 31.9 x 16.5 cm
4.63 kg
78.98€ 9.4 / 10 Vedi Offerta Recensione
De'Longhi CGH902
34 x 31 x 16.5 cm
5.5 kg
212.99€ 9.0 / 10 Vedi Offerta Recensione
Rowenta Optigrill
-
-
119.99€ 9.8 / 10 Vedi Offerta Recensione

Caratteristiche

Prima di acquistare un modello di bistecchiera elettrica è bene per te sapere dove metterla, quindi dovrai conoscere le esatte dimensioni del piano di cucina dove andrà posizionataOrientati su una bistecchiera elettrica che abbia la regolazione termostatodel termostato, per avere così ampia scelta di programmi di cottura ed evitare gli sgradevoli inconvenienti di fumo e cattivi odori. La regolazione del termostato di permette poi di cucinare non solo carne e pesce, ma anche formaggio e verdure.

Possibilmente scegli un modello di bistecchiera elettrica dove la piastra si sfili senza difficoltà, così da poterla rimuovere in modo agevole. Considerando il peso della ghisa, non scegliere un modello troppo ampio, sarà difficile da maneggiare e poco pratico. La bistecchiera elettrica funziona come il barbecue, quindi si può cucinare in modo sano e leggero senza condimenti, ma non bisogna esagerare con la temperatura, altrimenti gli alimenti disperdono le sostanze nutritive.

Composizione della bistecchiera elettricabistecchiera

La bistecchiera elettrica non è altro che una padella con appoggiata sopra una griglia: il calore proviene dal piano sottostante che normalmente deve contenere acqua. Il recipiente con l’acqua serve a raccogliere i grassi di cottura, impedendo la formazione del fumo e permettendo una cottura sana. La maggior parte delle bistecchiere elettriche hanno la griglia di ghisa inossidabile, che è il metallo ideale: questa infatti si riscalda in fretta e mantiene il calore a lungo. Il peso si aggira sui 2,5 chilogrammi e se mantenuta bene, il che non è per niente difficile, può durare una vita. Per una cottura ideale devi ungere la griglia con un po’ d’olio.

Manutenzione

Per far si che la bistecchiera elettrica duri a lungo bisogna pulirla bene: il grasso si può puliretogliere con un panno bagnato e ben strizzato. Se la piastra è molto unta, la puoi far scaldare appena e poi ci devi spremere sopra mezzo limone. Se non hai avuto tempo e le incrostazioni sono severe, per pulirla devi usare un panno intinto prima in una soluzione di acqua con aceto o acqua e bicarbonato. Di norma sarebbe bene comunque pulire la bistecchiera elettrica subito dopo l’uso: per quelle in ghisa per evitare la formazione di ruggine evita l’uso di acqua, ma pulisci con del sale grosso a secco, poi ungi con poco olio. Passando poi la spugna da cucina, le incrostazioni se ne andranno subito e alla fine asciuga con della carta da cucina.

I modelli in commercio

I primi modelli di bistecchiere elettriche in commercio non consentivano di impostare e variare la temperatura di cottura, mentre oggi esistono anche modelli con vari programmi di cottura a seconda che si tratti di cucinare la carne, il pesce o la verdura. Grazie a questi programmi non è più necessario controllare in continuazione la cottura dell’alimento e si evita di carbonizzare la bistecca o il pesce.

Prezzoeuro

La bistecchiera elettrica è un elettrodomestico piuttosto economico, se consideriamo il rapporto qualità/prezzo. Infatti il suo prezzo va dai 30 euro ai 140 euro per le bistecchiere più economiche e con un miglior rapporto qualità/prezzo, mentre si sale fino ai 270 euro per le bistecchiere elettriche professionali.

Non sai quali sono le migliori?
➤ Vedi la nostra classifica delle migliori bistecchiere elettriche aggiornata a ottobre 2017.

Come scegliere una bistecchiera elettrica
4.6 (92%) 5 votes
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *