Home » Casa » Tecnologia » Come scegliere un videoproiettore

Come scegliere un videoproiettore

Come scegliere un videoproiettore
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 1 anno ago

Nell’industria dell’intrattenimento visivo, come i cinema, i proiettori sono uno strumento largamente usato.

Il motivo è semplice: un buon video proiettore con una buona lente può letteralmente creare uno schermo enorme dove vedere film, presentazioni, foto di famiglia, etc.

Come scegliere

Ci sono moltissimi modelli di videoproiettore in commercio e scegliere quello adatto non è molto semplice. Noi di angolodegliacquisti.com abbiamo redatto un articolo per permetterti di conoscere quali sono i parametri da seguire per scegliere il videoproiettore migliore.

ProdottoDimensioni Prezzo Voto Azioni
Cheerlux C6 Mini
20.5 x 8.5 x 15.7 cm
0.94 kg
78.99€ 9.0 / 10 Vedi Offerta Recensione
Epson EB-S04
29.7 x 23.4 x 7.7 cm
2.4 kg
317.18€ 9.4 / 10 Vedi Offerta Recensione
Optoma HD26 DMD/DLP
31.5 x 22.4 x 11.4 cm
2.5 kg
812.68€ 9.6 / 10 Vedi Offerta Recensione

Il videoproiettore è portatile

Uno dei vantaggi del proiettore è la sua portatilità. Se solamente pensare di portarsi via la propria televisione andando a casa di amici è follia, questo non è vero quando si parla dei videoproiettori, sopratutto se sono mini videoproiettori.

Siamo chiari, un videoproiettore professionale può arrivare a pesare anche qualche decina di kilogrammi. Tuttavia, un videoproiettore casalingo (magari Full HD) non arriva a superare i 5 kg.

mini videoproiettoreIl mini videoproiettore portatile

Con la miniaturizzazione della tecnologia, anche i videoproiettori hanno subito una forte riduzione delle loro dimensioni.
Stiamo parlando dei “mini videoproiettori” che sono dei veri e propri videoproiettori domestici con il plus di dimensioni decisamente ridotte rispetto ai comuni proiettori da salotto.

Come funziona

Il videoproiettore, come dice il nome, proietta l’immagine su una superficie (generalmente bianca). Questo significa che i colori partono dal proiettore, arrivano alla superficie di proiezione (schermo di proiezione) e da li rimbalzano colpendo il tuo occhio.

Immersione

Con immersione si intende la capacità dello strumento di farti vivere la scena. L’immersività è uno dei grandi motivi per cui si va al cinema, lo schermo grande ci fa sentire parte della storia.

Sotto questo punto di vista il videoproiettore è di gran lunga superiore ad un ottima televisione. Il motivo, come abbiamo detto prima, è molto semplice: la grandezza del riquadro.

Definizione del videoproiettore vs tv

Per definizione intendiamo quanto l’immagine si mostra risoluta e definita. Ovvero quanti pixels ci sono nello schermo. Glidefinizione schermi della televisione stanno diventando sempre più nitidi e definiti con il passare dei mesi; i videoproiettori, al contrario,
sono rimasti un pochino più indietro.

Attenzione però, considera che la stragrande maggioranza delle sale cinematografiche italiane sono dotate di videoproiettori professionali (diverse decine di migliaia di euro) la quale risoluzione nativa e massima è Full HD.  Adesso che sai questo, considera l’ultima volta che sei andato al cinema, si vedeva male? 🙂

Angolo di visione del videoproiettore vs Tv

L’angolo di visione è, per l’appunto, l’angolo massimo che lo strumento ti permette di posizionarti per vedere l’immagine ancora con i colori inalterati. Per quanto riguarda l’angolo di visione, se è vero che qualche anno fa il videoproiettore batteva nettamente le Tv, ora non è più così ed entrambi i sistemi forniscono le stesse performance per quanto riguarda questo punto.

Visione diurna

Come scritto nel paragrafo dedicato al funzionamento, il videoproiettore sfrutta la rifrazione della luce per arrivare al tuo occhio. Detto in parole povere, se l’ambiente è luminoso, l’immagine proiettata risulterà sbiadita perchè la superficie dove la lampada proietta l’immagine è già colpita da altri fasci luminosi naturali (ad esempio la luce del sole) che “disturbano” la qualità.

Quindi se nella Tv il problema più grande durante il giorno è la riflessione di immagini (ti è mai capitato di vedere il tuo riflesso nella tv durante il giorno?), nel caso del proiettore il fattore principale è la scarsa resa in ambienti particolarmente luminosi.

diffusori-amplificatiAudio

I videoproiettori generalmente non hanno le casse acustiche, quindi dovrai comprare delle casse esterne come “supplemento” al tuo videoproiettore.

Vita del videoproiettore

La vita di un proiettore è praticamente eterna, c’è da dire però che un elemento particolarmente importante dei proiettori è soggetto ad usura: la lampada!

Esatto la lampada del videoproiettore è soggetto ad esaurirsi e perciò sarai obbligato a cambiarla comprandone una nuova.

I neri

I neri, e in generale le immagini molto scure, sono uno dei grandi problemi dei video-proiettori. Nel mercato non esistono proiettori in grado di creare il nero, quindi immagini contenenti molto “nero” come una volta stellata, risulteranno meno d’impatto rispetto alla stessa immagine vista su un televisore led moderno.

Le varie tecnologie dei videoproiettori

VideoProiettore DLP

DLP (Digital Light Processing) è una tecnologia inventata dalla celeberrima Texas Instrument più di 25 anni fa. Senza entrare troppo nel dettaglio, questa tecnologia prevede un numero di microspecchi corrispondente alla risoluzione nativa delTecnologiaDLP_zps6b6499ac proiettore. Ad esempio, se il proiettore ha una risoluzione di 1920×1080 (Full HD), allora il proiettore conterrà al suo interno circa 2 milioni di microscopici specchi.

Questi microscopici specchi permettono la proiezione del colore in scala di grigi, mentre il colore viene ricreato utilizzato dei dischi colorati che ruotano per ricreare il colore voluto. Nei modelli di VPR DLP più costosi o di ultima generazione, questi dischi vengono sostituiti da dei micro led colorati che accendendosi e spegnendosi a elevata velocità, permettono di ricreare il colore in maniera più accurata e meno costosa dei “vecchi” ma comunque buoni modelli a disco.

VideoProiettore LCD

lcdQuesta tecnologia di proiettori sfrutta i cristalli liquidi (appunto Liquid Crystals) ed una lampada allo xeno per ricreare l’immagine proiettata. La luce proiettata dalla lampada allo xeno viene divisa da un prisma nei tre colori fondamentali che poi vengono ricomposti. Quando la luce passa attraverso i pannelli di LCD, i pixel possono essere aperti (e quindi lasciar passare la luce colorata) oppure chiusi.

Meglio un proiettore DLP o LCD?

Nella tecnologia a LCD non è inconsueto, per un osservatore attento, vedere il reticolo formato nell’immagine proiettata. Questo particolare effetto viene anche denominato “Screendor effect” o effetto zanzariera.

Nella tecnologia dei proiettori DLP invece l’effetto zanzariera è sensibilmente ridotto e benchè i modelli vecchi soffrissero di un effetto sfumatura che sfociava nell’arcobaleno, i videoproiettori DLP LED hanno praticamente risolto il problema.

In definitiva, entrambe le tecnologie sono ottime, anche se i videoproiettori DLP sono da preferire rispetto ai comuni proiettori LCD per la loro migliore resa dell’immagine.

Non sai quali sono i migliori?
➤ Vedi la nostra classifica dei migliori videoproiettori aggiornata a agosto 2017.

Come scegliere un videoproiettore
5 (100%) 3 votes
Categories:
Casa · Come scegliere · Tecnologia
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *