Home » Casa » Elettrodomestici » Come scegliere un condizionatore fisso

Come scegliere un condizionatore fisso

Come scegliere un condizionatore fisso
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 3 anni ago

I condizionatori fissi o da parete sono degli elettrodomestici che servono a raffreddare, deumidificare e/o riscaldare gli ambienti domestici o commerciali, per mantenere temperature gradevoli sia in estate che in inverno.

Come scegliere

Ci sono molti fattori da considerare prima di acquistare un condizionatore fisso.

La potenza

Misurata in BTU, viene scelta in base alle dimensioni delle stanze, all’esposizione del sole, al numero e dimensione delle finestre, al piano della casa e all’isolamento delle pareti.

Inoltre se si vuole avere uno strumento che raffreddi e riscaldi, optare per un modello a pompa di calore, oggi molto diffuso che però non sostituisce totalmente i normali termosifoni, a meno che non ci siano stanze molto piccole.

ProdottoDimensioni Prezzo Voto Azioni
Samsung Maldives
-
39 kg
489€ 8.6 / 10 Vedi Offerta Recensione
Zephir ZTE12000
-
30 kg
9.6 / 10 Vedi Offerta Recensione
Zephir ZFC12000V
-
-
9.4 / 10 Vedi Offerta Recensione
Mitsubishi Smart MSZ-HJ25VA
-
50 kg
9.0 / 10 Vedi Offerta Recensione

condizionatore inverterGli split

Importante è la scelta degli split del climatizzatore a parete: un solo split farà fatica a portare uniformemente l’aria prodotta in tutte le stanze, soprattutto se di grandi dimensioni.

In questo caso quindi è bene valutare l’acquisto di un condizionatore fisso multi-split, che può essere formato da due o tre split: ognuno di questi va posizionato in una stanza (es. uno al piano superiore e uno al piano inferiore della casa), in modo da uniformare la temperatura desiderata in ognuna di esse.

Tecnologia

In commercio ci sono climatizzatori con due tipi di tecnologia: “on-off” e “inverter”. La prima condizionatore classe aconsiste nel far partire il condizionatore alla massima potenza in modo che raggiunga la temperatura desiderata in fretta e poi si spenga. In questo modo però avremo un maggior consumo di energia ma un flusso costante di aria che permette il raffreddamento/riscaldamento anche delle stanze adiacenti all’apparecchio.

La tecnologia “inverter” invece, consente a condizionatore di erogare una potenza termica man mano ridotta all’avvicinarsi della temperatura richiesta. Questo permette un maggior risparmio di energia e l’elettrodomestico è sicuramente più silenzioso di un modello “on-off”.

È importante preferire l’acquisto di un condizionatore in classe A e con la tecnologia inverter, i quali assicurano la massima efficienza energetica con effetti positivi sia in bolletta che nell’ambiente. Valutare inoltre la necessità o meno della presenza del deumidificatore dell’aria integrato, limitato però della sua capacità.

condizionatore fissoIl compressore

L’ultimo ma non meno importante requisito che dovete valutare prima dell’acquisto, è quello di scegliere se avere il compressore esterno oppure no. Nel caso in cui non sia possibile metterlo all’esterno, è bene acquistare un modello monoblocco, privo di unità esterna, ovvero un condizionatore portatile.

Come funziona

I modelli di condizionatore a parete si compongono di due unità: la prima è lo split, che sta all’interno appeso ad una parete, mentre la seconda è il compressore ovvero il motore, che sta all’esterno, collegato agli split tramite dei tubi.

Alcuni modelli operano con un sistema di ventilazione oscillante che permettono all’aria di andare in tutte le parti della casa, mentre altri (più costosi) presentano una tecnologia 3D che mappa il volume della stanza, riconoscendo anche in quali aree sono dislocate le persone che vi soggiornano.

Gli split al loro interno hanno dei filtri attivi e passivi, atti a ripulire l’aria da polvere, allergeni e batteri sia in fase di riscaldamento che di refrigerazione.

Pulizia e manutenzioneエアコン掃除

Gli split durante il loro funzionamento, inglobano nei filtri residui di vario tipo e per questo è bene pulire questi filtri periodicamente con una spazzola, un pennello oppure se sono estraibili, lavarli sotto acqua corrente, soprattutto prima di accendere il condizionatore dopo tanto tempo.

È utile anche procedere con una vera e propria pulizia dell’apparecchio una volta all’anno, fatta possibilmente da professionisti. Comunque troverete tutte le procedure di pulizia e manutenzione nel libretto di istruzioni.

Consigli d’uso

Per limitare il consumo energetico si consiglia di collocare la parte esterna non molto lontano da quella interna, di tenere le finestre chiuse e possibilmente oscurate durante la sua messa in funzione. Anche la parte esterna del condizionatore, ossia il motore, non dovrebbe stare al sole. Ma se questo non fosse possibile, sarebbe opportuno costruirci attorno una struttura protettiva che gli permetta di restare all’ombra.

L’installazione di un condizionatore fisso andrebbe fatta sempre da un tecnico specializzato per evitare che un’installazione errata, provochi danni sia di carattere ambientale (come la fuoriuscita dei gas impiegati per il raffreddamento) che di natura economica.

È buona norma posizionare il climatizzatore in modo che l’aria non sia diretta a sedie o poltrone che si è soliti occupare, per non andare incontro a reumatismi o raffreddamenti e che sia posizionato in modo che l’aria possa arrivare bene in tutte le stanze da raffreddare.

EER e COP sono i coefficienti di rendimento come produttore di freddo e di caldo: più alti sono meglio è.

euroPrezzo

I condizionatori fissi si possono acquistare in negozi come Euronics, Unieuro, ecc., sia di persona che online oppure trovare la migliore offerta su Amazon. Il loro prezzo parte da 100-150 euro per i modelli più basilari, fino a 2000 per i più tecnologici e innovativi.

Non sai quali sono i migliori?
➤ Vedi la nostra classifica dei migliori condizionatori fissi aggiornata a ottobre 2017.

Come scegliere un condizionatore fisso
5 (100%) 4 votes
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *