Home » Casa » Bambini » Come scegliere un baby monitor

Come scegliere un baby monitor

Come scegliere un baby monitor
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 1 anno ago

Il baby monitor è diventato negli ultimi anni un elettrodomestico molto di moda tra le mamme, soprattutto fra quelle che si trovano ad avere a che fare con la prima gravidanza e sono tanto ansiose: il neonato si sa, richiede mille attenzioni e una donna super impegnata, tra lavoro e faccende domestiche, ha paura di non riuscire a tenerlo sotto controllo in maniera costante.

Il baby monitor serve proprio a questo, ad aiutarti a tenere sempre sott’occhio il tuo bambino, anche se stai facendo altre cose. Siccome però sul mercato ci sono tanti modelli di baby monitor, vogliamo aiutarti a scegliere quello giusto che fa al caso tuo: seguici e ti aiuteremo a fare la scelta giusta, valutando le caratteristiche principali, i vari modelli in circolazione ed analizzandone pregi e difetti.

ProdottoDimensioni Prezzo Voto Azioni
Motorola MBP11
12 x 5.8 x 8 cm
0.34 kg
49.99€ 8.8 / 10 Vedi Offerta Recensione
Philips Avent SCD580/00
9.6 x 22 x 15.6 cm
3.29 kg
89€ 9.6 / 10 Vedi Offerta Recensione
Foppapedretti Angelcare AC401
15.8 x 24.2 x 24.2 cm
0.97 kg
95.25€ 9.0 / 10 Vedi Offerta Recensione
GHB 10050101
-
-
67.99€ 9.0 / 10 Vedi Offerta Recensione
Philips Avent SCD610/00
20.5 x 11 x 22 cm
0.12 kg
157.93€ 9.2 / 10 Vedi Offerta Recensione

Cos’è il baby monitor

Vediamo innanzitutto cos’è il baby monitor. Negli Stati Uniti è entrato nelle famiglie molto prima che da noi in Italia. I primi modelli non erano altro che semplici walkie-talkie in grado di trasmettere segnali sonori: venivano messi nella stessa stanza dove dormiva il neonato e la mamma poteva capire, attraverso il pianto o qualsiasi altro segnale sonoro, se il bambino stava bene.

Oggi il baby monitor è diventato un elettrodomestico dotato delle migliori tecnologie: i modelli migliori, quindi quelli più costosi, fanno sì che il bambino non solo si possa sentire, ma che lo si possa vedere e controllarne ogni singolo movimento, anche se non ci si trova in casa.

Tipologie di baby monitor

Di baby monitor sul mercato ce ne sono per tutti i gusti e per tutte le tasche: dai modelli più semplici a quelli che utilizzano le tecnologie più innovative.

baby monitor audioBaby monitor audio o walkie-talkie

I modelli più semplici di baby monitor funzionano come i walkie-talkie: grazie alla trasmissione dei segnali sonori, potrai allontanarti dalla stanza dove dorme il neonato per svolgere le faccende domestiche e potrai tenerlo sotto controllo. Questi sono chiamati anche baby monitor audio e ce ne sono di due diverse tipologie: a sistema analogico o digitale. I migliori sono quelli che funzionano a sistema digitale: hanno un raggio d’azione più vasto ed una migliore qualità audio.

Baby monitor con videocameravideo

Ci sono poi i baby monitor video e questi, oltre a trasmettere segnali audio, sono collegati a delle videocamere che ti permettono di vedere il neonato, per stare ancora più tranquilla. Con i baby monitor video sarà come se fossi nella stessa stanza con il tuo bambino: questi modelli sono perfetti per chi ha anche più di un bambino da controllare.

Solitamente questi baby monitor sono dotati della tecnologia infrarossi: grazie a particolari led che assicurano una perfetta visione notturna, potrai controllare il bambino anche mentre guardi la televisione a luci spente.

sensoreBaby monitor con sensori di movimento

L’ultima novità nel campo della tecnologia è rappresentato dal sensore di movimento: oltre alla videocamera alcuni baby monitor sono dotati di un sensore di movimento da posizionare sotto il materasso del neonato. Ad ogni movimento, anche impercettibile, il baby monitor ti manda un avviso acustico e, se il bambino dovesse rimanere immobile per troppo tempo, sarai avvertita con un segnale lungo venti secondi.

Baby monitor con tecnologia wirelesswireless

Esistono anche i baby monitor con tecnologia wireless che si possono collegare al computer o al tuo smartphone: grazie ad una specifica applicazione indicata sulla confezione dell’apparecchio, potrai tenere sotto controllo il neonato anche per esempio mentre stai facendo la spesa al supermercato o sei al lavoro in ufficio.

Calzino_Monitora_NeonatoBaby monitor indossabili

Per le mamme super apprensive ci sono i baby monitor indossabili: semplici braccialetti o cavigliere da far indossare al bambino, forniti di un sensore che cattura ogni movimento o rumore. Questi baby monitor rilevano inoltre la temperatura e il battito cardiaco.

Come scegliere il baby monitor

Tra tutti i modelli di baby monitor che ci sono in circolazione, scegliere quello che fa al caso tuo non è semplice: il problema non è scegliere il migliore o il più economico, ma quello che più si adatta alle tue esigenze. Se per esempio hai una casa molto grande e vuoi tenere sempre sotto controllo il neonato, quello che fa al caso tuo deve avere un ampio raggio d’azione. Se sei una di quelle persone che amano guardare la televisione fino a tardi o si portano il lavoro a casa e stanno al computer fino a
body tarda notte, il modello adatto è quello a tecnologia infrarossi.

Se vuoi tenere sotto controllo il neonato anche quando sei al lavoro o sei fuori per qualsiasi motivo, il modello adatto a te è quello a tecnologia wireless: attraverso lo smartphone o il computer dell’ufficio, potrai vedere e sentire il bambino proprio come se fossi a casa con lui. In questo caso vanno benissimo anche i baby monitor indossabili, che ti danno una maggior sicurezza: addirittura negli Stati Uniti, quindi presto in vendita anche da noi, è stato brevettato un modello di baby monitor che si presenta come una normale tutina, ma che al suo interno ha un sensore che percepisce ogni movimento.

euroPrezzi

I modelli di baby monitor presenti sul mercato vanno da un minimo di 100 euro, per quelli semplici che funzionano solo con l’audio, ad un massimo di 200 euro, per i modelli più innovativi con tecnologia wireless. I baby monitor si trovano in vendita nei negozi specifici per neonati e nei negozi di elettrodomestici, ma acquistando il baby monitor online, si possono trovare offerte molto più vantaggiose.

Conclusioni

Noi ti abbiamo elencato i vari modelli di baby monitor che si possono trovare sul mercato, analizzando la tecnologia ed il loro uso: attraverso queste specifiche devi cercare di capire quale di questi modelli si adatta di più alle tue esigenze. Il neonato, soprattutto il primo, è fonte di tanta gioia, ma anche di tanta ansia e preoccupazione: gli occhi di mamma e papà, sempre presi da mille impegni, a volte non bastano e per questo la tecnologia viene in nostro aiuto.

Con il baby monitor sarà come avere una babysitter sempre accanto a tuo figlio, potrai svolgere le faccende di casa o lavorare, sempre tenendo sott’occhio il bambino in totale sicurezza.

Non sai quali sono i migliori?
➤ Vedi la nostra classifica dei migliori baby monitor aggiornata a maggio 2017.

Come scegliere un baby monitor
5 (100%) 4 votes
Categories:
Bambini · Casa · Come scegliere
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *