Home » Casa » Elettrodomestici » Come scegliere un aspirapolvere

Come scegliere un aspirapolvere

Come scegliere un aspirapolvere
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 2 anni ago

Un elettrodomestico indispensabile in casa è l’aspirapolvere. Quando arriva il momento di fare le pulizie, infatti, l’aspirapolvere aiuta a togliere polvere, capelli, sporco e peli con rapidità ed efficacia.

Bisogna però saper scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze, visto che in commercio ce ne sono di molti tipi diversi. Ecco come scegliere un aspirapolvere tradizionale.

Aspirapolvere da traino

Housewife with vacuum cleaner on white

La principale differenza tra gli aspirapolvere sussiste tra quelli da traino e quelli verticali, detti anche scope elettriche. Analizziamo la prima categoria.

Un aspirapolvere da traino è costituito da un corpo centrale molto robusto munito di ruote, e da un lungo tubo che termina con la spazzola da passare sui pavimenti.

Questo tipo di prodotto è un po’ più faticoso da utilizzare, perché bisogna trascinarlo in giro per casa. Di solito però ha un’elevata potenza di aspirazione e ha il vantaggio di arrivare facilmente ovunque, grazie al tubo di cui è dotato.

ProdottoDimensioni Prezzo Voto Azioni
Samsung Serie Activ
39.8 x 27 x 23.2 cm
4.6 kg
79.9€ 9.2 / 10 Vedi Offerta Recensione
Severin MY 7105
34.3 x 25 x 27.8 cm
3.9 kg
84.99€ 9.0 / 10 Vedi Offerta Recensione
Dyson Cinetic Big Ball Animal Pro
34.7 x 31.1 x 39.9 cm
7.64 kg
531.99€ 9.6 / 10 Vedi Offerta Recensione

Aspirapolvere verticale o scopa elettrica

scopa-elettricaLa scopa elettrica, come fa intuire il suo nome, ha invece uno sviluppo verticale, per cui non bisogna chinarsi per metterla in funzione, come bisogna fare invece per l’aspirapolvere da traino. Questo prodotto va bene per le pulizie spicciole e quotidiane, diventando un’efficace sostituta della scopa tradizionale. Infatti non solleva polvere in giro, come invece può accadere con la scopa tradizionale.

Questo però significa che ha minor potenza rispetto ad un’aspirapolvere da traino, e quindi è meno adatta per effettuare pulizie a fondo. Se ha maggiore potenza è anche più pesante, quindi diventa poco pratica e maneggevole.

Aspirapolvere con o senza sacco

Una seconda sostanziale caratteristica da considerare nel momento in cui si deve acquistare un aspirapolvere, sia da traino che verticale, è la presenza o meno del sacchetto. L’aspirapolvere tradizionale è dotato di un sacchetto di carta interno che si deve sostituire quando pieno. Lo svantaggio di questo sistema sta nel fatto che bisogna preoccuparsi periodicamente di acquistare nuove confezioni di sacchetti compatibili con il modelloaspirapolvere posseduto.

Spesso, con il trascorrere del tempo, trovare i ricambi giusti può diventare un problema. Il vantaggio sta nel rispetto dell’igiene: i sacchetti si chiudono ermeticamente quando estratti dall’elettrodomestico, quindi non si viene mai in contatto con sporco e polvere.

Gli aspirapolvere più moderni, sempre più spesso, usano un altro sistema: ovvero hanno un serbatoio, in genere realizzato in plastica, all’interno del quale si raccoglie lo sporco. Il serbatoio deve essere svuotato quando pieno.

Il vantaggio sta nel fatto che non si hanno spese aggiuntive, quindi non si ha il pensiero di dover comprare sacchetti nuovi. Lo svantaggio è che si deve essere molto scrupolosi nella pulizia del contenitore, per evitare che si formino muffe o batteri al suo interno.

Le spazzole e gli accessori

spazzoleQuando si deve selezionare il modello di aspirapolvere da acquistare, si deve fare attenzione anche alle spazzole che ci sono in dotazione, e agli altri accessori aggiuntivi. Infatti, per chi ha in casa dei pavimenti particolari, ad esempio il parquet, o la moquette, è bene rivolgere l’attenzione agli aspirapolvere che hanno a disposizione spazzole specifiche per questo tipo di superfici.

Chi ha animali in casa, e bambini piccoli, dovrebbe invece fare attenzione alla presenza del filtro HEPA, antiallergenico, che garantisce una maggiore pulizia dell’aria mentre si passa l’aspirapolvere.

Potenza e leggerezza

Come si accennava in precedenza, ci sono due caratteristiche che un aspirapolvere possiede sempre in maniera inversamente proporzionale: leggerezza e potenza. Più un aspirapolvere è potente, più il suo motore sarà robusto, e di conseguenza avrà un peso maggiore e sarà meno maneggevole da usare.

Quindi, bisogna considerare l’uso che se ne intende fare. Un aspirapolvere per le pulizia quotidiane, ad esempio da passare in cucina dopo i pasti, può anche avere una potenza non troppo elevata, ma è bene sia molto facile da trasportare. Invece, se lo si usa per fare pulizie a fondo, meglio investire su prodotti più robusti e duraturi nel tempo.

Il prezzo

euroOvviamente, un aspirapolvere avrà un costo diverso in base alla potenza in termini di watt, agli accessori che presenta, alle caratteristiche aggiuntive, alla necessità o meno di sostituire i sacchetti. Non bisogna mai però attenersi solo al prezzo di un prodotto per prediligerlo ad un altro: bisogna valutare tutte le caratteristiche sopra elencate e decidere in base alle proprie esigenze specifiche.

Meglio spendere una cifra un po’ più alta per avere un articolo che duri nel tempo, e svolga bene il suo compito, che risparmiare e poi dover presto pentirsi dell’acquisto fatto.

Non sai quali sono i migliori?
➤ Vedi la nostra classifica dei migliori aspirapolvere da traino aggiornata a agosto 2017.

Come scegliere un aspirapolvere
5 (100%) 45 votes
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *