Home » Casa » Cucina » Come scegliere un aspirabriciole

Come scegliere un aspirabriciole

Come scegliere un aspirabriciole
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 2 anni ago

L’aspirabriciole è un elettrodomestico di piccole dimensioni pratico da usare per operazioni di pulizia in spazi ridotti (tavoli, divani, poltrone, interni di auto) o non raggiungibili da un’apparecchiatura ingombrante (per es. gli spazi tra un cuscino e l’altro del divano o gli spazi tra i mobili e i muri), dove sono presenti briciole di pane e di dolci, peli di animali domestici, capelli, sabbia, sassolini, ecc.

In commercio ci sono molti modelli di aspirabriciole e non sempre è facile individuare quale sia il migliore. Noi di angolodegliacquisti.com abbiamo quindi creato questa guida per semplificarti la scelta dell’aspirabriciole migliore, sottolineando le caratteristiche tecniche e i prezzi.

ProdottoDimensioni Prezzo Voto Azioni
Rowenta Extenso Cyclonic
11.5 x 12 x 40 cm
2.6 kg
44€ 8.6 / 10 Vedi Offerta Recensione
Black&Decker Dustbuster Plus
20 x 20 x 20 cm
1.5 kg
57€ 9.0 / 10 Vedi Offerta Recensione
Dirt Devil Gator M137
17.8 x 15.5 x 41 cm
1.9 kg
75.99€ 9.4 / 10 Vedi Offerta Recensione
Rowenta Air Force AC925801
21 x 15 x 45 cm
2.13 kg
134.9€ 9.8 / 10 Vedi Offerta Recensione

Come scegliereserbatoio

Un elemento importante nella scelta di un aspirabriciole è innanzitutto la sua maneggevolezza. Se lo userai quotidianamente e per i più disparati compiti, ti interesserà valutare il tipo di impugnatura (se è ergonomica o no), il funzionamento veloce dei tasti, il peso, la capacità del serbatoio per lo sporco e la facilità o meno nello smontarlo-svuotarlo; la praticità quando si puliscono le spazzole o si sostituiscono i filtri.

accessoriAccessori

Nella scelta dell’aspirabriciole fai attenzione anche a quali accessori ci sono a disposizione: se in casa hai molte zone piccole e strette, avrai bisogno della bocchetta telescopica lunga; se hai un divano che si sporca facilmente, dei materassi che si riempiono sempre di polvere o tappeti che non sei in grado di spostare, allora ti servirà sicuramente una bocchetta a spazzola.

Filtri

Per quanto riguarda la scelta dei filtri, se in casa hai componenti familiari con allergie da polline o acari, sarebbe consigliabile fare attenzione che ci siano dei filtri di qualità HEPA (solitamente presenti negli aspirabriciole Rowenta). Inoltre, le nuove tecnologie dette “cicloniche”, generando un piccolo vortice con risucchio dentro l’aspirabriciole, aiutano a ripulire anche l’aria oltre che le superfici.

Caratteristiche

Per acquistare un buon aspirabriciole bisogna tener conto innanzitutto delle esigenze specifiche del singolo utilizzatore e in special modo delle sue “abitudini” casalinghe. In ogni caso è essenziale valutare questo utensile osservando le sue principali caratteristiche, che sono:
– la potenza di aspirazione;
– l’autonomia di funzionamento;
– la velocità di ricarica.

Potenza di aspirazione

La potenza di aspirazione si misura in Volt: più Volt ci sono maggiore è la potenza di aspirazione dell’aspirabriciole.
Ad esempio, un modello con meno di 9-10 Volt è più un giocattolo che un elettrodomestico ed è completamente inutile da usare per pulire l’auto. Ricordiamo che gli aspirabriciole da auto devono avere una potenza di aspirazione superiore a quelli da usare in casa.
Un modello senza fili -per essere davvero utile- dovrebbe avere una potenza di almeno 15-18 V, oppure un motore con potenza regolabile.

Aspirabriciole-a-pareteAutonomia e velocità di ricarica

Se sceglierai un aspirabriciole a batteria ricaricabile (scelta consigliata) devi valutare i tempi di autonomia e quelli di ricarica. Un’autonomia inferiore ai 15/20 minuti è inutile perchè non ti consentirebbe di terminare il lavoro che stai facendo. Se poi l’utensile è usato spesso, avrai bisogno di un modello con tempi di ricarica veloci quando lo riposizionerai sulla base (fissabile a parete) o lo attaccherai al cavo di alimentazione qualora sia scarico.

Prezzi

Esistono tantissimi modelli di aspirabriciole e numerose sono le caratteristiche da confrontare tra uneuro modello e un altro. Altrettanto numerosi sono gli accessori a disposizione. Questo ci fa comprendere perché l’intervallo tra un prezzo minimo e uno massimo può essere elevato: i modelli base privi di qualsiasi accessorio hanno un prezzo di circa 20 euro, mentre i più sofisticati con diversi accessori possono arrivare a costare 150 euro.

All’interno di questo range, i modelli di fascia media oscillano tra i 40 e gli 80 euro. Partendo da questi prezzi minimi, medi e massimi la scelta dipende poi dalle esigenze e dalle caratteristiche peculiari dell’utilizzatore finale.

Non sai quali sono i migliori?
➤ Vedi la nostra classifica dei migliori aspirabriciole aggiornata a ottobre 2017.

Come scegliere un aspirabriciole
5 (100%) 2 votes
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *