Home » Casa » Come scegliere un aerosol

Come scegliere un aerosol

Come scegliere un aerosol
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 1 anno ago

L’aerosol è un macchinario utilizzato in medicina per contrastare un’ampia selezione di problematiche e malattie associate all’apparato respiratorio tra cui tosse, asma, infiammazione locale di bronchi e vie aeree.

Come scegliere un aerosol

Il mercato oggigiorno mette a disposizione dei consumatori numerose tipologie e modelli di macchinari per somministrare farmaci per mezzo di aerosol. I macchinari più conosciuti e diffusi sono sicuramente l’aerosol pneumatico (o a pistone) e il l’aerosol a ultrasuoni. Tuttavia esiste una terza tecnologia che caratterizza i nebulizzatori, ovvero l’aerosol Mesh.

Come scegliere quindi il macchinario maggiormente idoneo alle proprie necessità? Prima di scoprire tutte le caratteristiche legate ai diversi modelli di aerosol, è necessario comprendere esattamente cos’è questo macchinario e come funziona.

ProdottoDimensioni Prezzo Voto Azioni
Laica NE2003
-
-
33.69€ 9.0 / 10 Vedi Offerta Recensione
Clenny A Family
-
-
33.29€ 9.4 / 10 Vedi Offerta Recensione
PIC MrHippo
-
-
42.3€ 9.4 / 10 Vedi Offerta Recensione
Omron A3
-
1.7 kg
47.9€ 9.2 / 10 Vedi Offerta Recensione
Nebula
23 x 18.5 x 18 cm
3 kg
79.3€ 9.6 / 10 Vedi Offerta Recensione

Come funziona l’aerosol

L’apparecchio per l’aerosol è costituito da una base detta nebulizzatore, la quale ospita un compressore d’aria. Questo è direttamente collegato per mezzo di un tubicino in plastica ad un’ampolla e ad una mascherina da applicare a naso o bocca, a seconda del disturbo respiratorio manifestato.
Il compressore ha il compito di nebulizzare, ovvero trasformare il farmaco introdotto nell’ampolla da forma liquida a semi-gassosa, praticamente una sorta di nebbiolina dalle dimensioni microscopiche. Tale nebbiolina, spinta dalla forza dell’aria pompata dal nebulizzatore, arriva sino alla mascherina dalla quale il paziente ha la possibilità di aspirare il farmaco, effettuando quindi la terapia richiesta.

Parametro fondamentale nella scelta dell’aerosol è la capacità da parte del macchinario di aerosolnebulizzare il farmaco in dimensioni veramente ridotte, da 0,5 a massimo 5 micron. Ecco perché nella valutazione di un macchinario, prima di tutto è necessario verificare la capacità di nebulizzazione dell’aerosol e in seguito valutare le caratteristiche legate alle diverse tipologie di macchinario.

È proprio la capacità di nebulizzazione del macchinario a fare la differenza in un ottica di assimilazione del farmaco e quindi di guarigione: infatti, è doveroso sottolineare che minore è la dimensione delle particelle e maggiore sarà la capacità dei bronchi di assorbimento!
Ecco perché soprattutto nei casi più gravi di pneumopatia, si consiglia di affidarsi a macchinari abbastanza potenti da ridurre il farmaco in particelle dalle dimensioni microscopiche. Infine, la potenza incide notevolmente anche sulla durata della seduta di aspirazione da parte del paziente.

L’aerosol pneumatico (o a pistone)aerosol

L’aerosol a pistone è sicuramente il macchinario maggiormente diffuso nelle case degli italiani. Tra i tre apparecchi esso si caratterizza sicuramente per la sua rumorosità, per il costo più basso, ma anche per una buona affidabilità e durabilità nel medio-lungo termine.
Un aerosol pneumatico di qualità medio-elevata dovrebbe offrire una potenza pari a 1 o 2 atmosfere, in grado di nebulizzare 3 millilitri di farmaco in soli 10 minuti circa.

L’aerosol ad ultrasuoni

aerosol ultrasuoniL’aerosol ad ultrasuoni è un macchinario che divide in fatto di caratteristiche tecniche: molte case produttrici dichiarano che tali apparecchi generano particelle di dimensioni molto ridotte rispetto al macchinario pneumatico ma allo stesso tempo, tra i svantaggi troviamo un costo leggermente più elevato e una durabilità minore, forse legata all’elevato surriscaldamento del farmaco. Proprio quest’ultimo elemento è da ritenersi preoccupante, poiché talune case farmaceutiche hanno espressamente sconsigliato l’uso di tale macchinario per determinati farmaci in quanto potrebbe alterare il principio attivo, rendendo quindi la terapia inefficace.

Aerosol Mesh

L’aerosol Mesh è un tipo di macchinario molto meno diffuso nelle case degli italiani forse perché è una tipologia di aerosol abbastanza recente e non molto conosciuta. Inoltre il prezzo di tale apparecchio può diventare veramente importante, soprattutto se paragonato all’utilizzo medio di un aerosol. aerosol mesh
Passando alle caratteristiche tecniche di un aerosol Mesh, balza subito all’occhio la grande maneggevolezza di questo strumento. Esso infatti è il primo aerosol dalle dimensioni compatte, tanto che sta nel palmo di una mano! Inoltre è alimentato a batteria e quindi trasportabile con grande facilità: non è necessario essere nei pressi di una presa di corrente per effettuare la terapia. Questo apparecchio è inoltre estremamente silenzioso.

La sua tecnologia è basata su una membrana metallica micro perforata la quale, per mezzo di una vibrazione, crea una sorta di pressione tra il nebulizzatore e l’ampolla ospitante il farmaco. Il liquido per sua natura è attratto dall’ambiente con minor pressione e passando attraverso i microfori presenti sulla membrana, esso si trasforma nella famosa nebbiolina costituente la terapia vera e propria.

Gli accessori indispensabili

All’acquisto di un aerosol nuovo, è bene esaminare quali accessori siano inclusi nella confezione. Come prima cosa, accessorioltre a tubicino in plastica e ampolla, la confezione dovrebbe includere due mascherine diverse, una per gli adulti e una mascherina pediatrica per i bambini. Altro elemento importante è il boccaglio, da preferire alla mascherina quando la terapia prevede un’azione massiccia verso i bronchi.

Da ultimi, due importanti accessori che completano l’aerosol sono la forcella nasale e lo strumento per la doccia nasale. Il primo lo si utilizza qualora la somministrazione debba essere diretta alla mucosa nasale mentre il secondo, lo si preferisce qualora lo scopo della terapia preveda una rimozione profonda del muco presente nelle cavità nasali.

Prezzi, pregi e difetti

Riassumendo, l’aerosol pneumatico è il macchinario meno costoso: il suo prezzo può oscillare tra 40 e 60 euro, ma anche il più rumoroso e il macchinario più lento per effettuare la terapia. Qualora si volesse scegliere questa tipologia di aerosol si consiglia di investire sulla potenzaeuro dell’apparecchio.

L’aerosol ad ultrasuoni è notevolmente più silenzioso, il tempo di somministrazione del farmaco è ridotto ma il suo costo può arrivare sino ad 80 euro. Con questo apparecchio tuttavia è doveroso assicurarsi che il farmaco da nebulizzare sia perfettamente compatibile con il macchinario.

Infine, l’aerosol Mesh è estremamente silenzioso, compatto, molto veloce e portatile. Di contro, questa tipologia ha un costo davvero importante: i modelli più economici sono acquistabili ad un costo di circa 90 euro ma alcuni modelli sfiorano addirittura i 200 euro.

Non sai quali sono i migliori?
➤ Vedi la nostra classifica dei migliori aerosol aggiornata a giugno 2017.
In alternativa puoi trovare tutte i aerosol in offerta aggiornate ogni giorno.

Come scegliere un aerosol
4.5 (90%) 4 votes
Tags:
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *