Home » Cura della persona » Come scegliere un termoforo

Come scegliere un termoforo

Come scegliere un termoforo
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 7 mesi ago

Il termoforo elettrico è un apparecchio medico che fa leva sull’efficacia del calore al fine di conferire benefici al corpo e favorire la guarigione da molteplici patologie.

Le alte temperature hanno un effetto analgesico ed antinfiammatorio: in specifiche zone, come ad esempio la schiena o l’addome, il calore a secco è in grado di agevolare la distensione muscolare; oltre a quanto appena descritto, il dispositivo agisce anche come vasodilatatore e risulta particolarmente utile per curare mal di pancia o raffreddori.

Stiamo parlando di un prodotto all’interno del quale è stato implementato un sistema riscaldante utilizzabile mediante collegamento ad un cavo di corrente. Fatto ciò, la corrente elettrica si distribuisce lungo le resistenze contenute nel tessuto isolante (generalmente si tratta di stoffa calda e morbida, che non subisce danni in presenza di temperature elevate).

Con l’obiettivo di rendere ancora più sicuro il termoforo, capita spesso che venga utilizzato un ulteriore materiale posto tra le diverse resistenze ed appunto la stoffa, garantendo una distribuzione più omogenea del calore.

ProdottoDimensioni Prezzo Voto Azioni
Bosch PFP1037
34.5 x 30.5 x 2 cm
0.41 kg
30.52€ 8.8 / 10 Vedi Offerta Recensione
Beurer HK 125
1 x 1 x 1 cm
0.76 kg
63.69€ 9.0 / 10 Vedi Offerta Recensione
Beurer HK 58
42 x 1 x 62 cm
0.59 kg
59.2€ 8.6 / 10 Vedi Offerta Recensione
Imetec Intellisense
-
-
49.9€ 8.6 / 10 Vedi Offerta Recensione
Beurer Cosy HD50
-
1.18 kg
56.28€ 9.4 / 10 Vedi Offerta Recensione

Norme di utilizzo per il termoforo

Questi dispositivi vengono predisposti seguendo determinate regole di sicurezza con lo scopo di evitare che:

il paziente possa subire folgorazioni;

il tessuto non superi specifiche temperature che rischierebbero di bruciare la pelle (parliamo di valori orientativamente compresi fra i 44 ed i 55 gradi).

Per rendere il tutto ancora più ergonomico e scongiurare qualunque tipo di rischio, il termoforo ha un regolatore che dà modo di scegliere la temperatura più adatta, procedendo ad uno spegnimento automatico dopo un tempo massimo di 90 minuti.

Com’è ovvio che sia, si rende necessario tenere conto di alcune cautele relative a quanto abbiamo appena riportato, specie nel caso di unità vecchie o usurate che, dopo numerose applicazioni, potrebbero non funzionare più a dovere. Inoltre, è importante ricordare che questo prodotto non dovrà mai essere messo in funzione sott’acqua o arrotolato su sé stesso.

Quale termoforo sarebbe meglio scegliere?

Cerchiamo adesso di individuare le due tipologie di termoforo maggiormente usate in ambito ortopedico.

come-scegliere-un-termoforo-2Termoforo cervicale

Quest’unità si compone di più parti: una posizionata in prossimità del collo, avvolta quasi interamente ad esso; l’altra, collegata alla prima, va invece a formare una sorta di piccolo mantello capace di coprire anche le spalle. Utilizzando questo strumento, il calore genera sollievo per chi soffre di disturbi e malesseri legati alla zona superiore della spina dorsale.

Termoforo lombare

Si tratta di una versione caratterizzata dalla presenza di una larga fascia che va posizionata in corrispondenza della zona lombare, vale a dire la parte della schiena situata appena sopra il bacino.

Facciamo riferimento ad una soluzione particolarmente indicata per quegli individui che soffrono di lordosi lombare, lombosciatalgia, lombalgia e altri dolori riguardanti questa specifica zona del corpo. Invece, nel caso in cui il dolore venisse localizzato sull’addome, l’apparecchio può essere spostato sulla pancia ed agganciato lungo la schiena.

euroQuanto costa un termoforo?

I prezzi di questo prodotto sono piuttosto contenuti: parliamo di una fascia di mercato che parte dalle 30€ e difficilmente supera le 80€.

Non sai quali sono i migliori?
➤ Vedi la nostra classifica dei migliori termofori aggiornata a giugno 2017.

Come scegliere un termoforo
4.5 (90%) 6 votes
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *