Home » Consigli » Come avere un bel giardino

Come avere un bel giardino

Come avere un bel giardino
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 4 settimane ago

Un bel giardino è sempre il fiore all’occhiello di un’abitazione. Che sia un semplice prato o un’aiuola all’ingresso, il giardino è sempre quell’ambiente che trasmette una sensazione di relax e di trovarsi in mezzo alla natura. Se poi il giardino è il tuo, a differenza di qualsiasi altro visitatore, tu avrai la soddisfazione e l’orgoglio di averlo curato, visto crescere e averci messo tutto te stesso. Insomma, la soddisfazione di vedere un lavoro compiuto e ben fatto.

Il giardino è quindi un ambiente importantissimo ed è altrettanto rilevante fare un ottimo lavoro per farlo crescere in maniera ottimale. Ma come avere un bel giardino? Ecco alcuni consigli che ti saranno sicuramente utili.

Posizione ed esposizione

Se ancora devi piantare il tuo giardino, devi considerare benissimo la sua posizione rispetto al sole. Se sarà esposto a sud allora sarà inondato dal sole per tempi molto più lunghi rispetto che a un giardino esposto a nord. Tempi molto lunghi di esposizione al sole da un lato possono favorire nettamente la germogliazione e la crescita rigogliosa del giardino, ma trovarsi esposto alla luce solare diretta nelle ore più calde della giornata può comportare dei gravi danni alle piante.

Preparazione del terreno

Ci sono tanti metodi su come piantare e seminare un giardino. In soldoni, un giardino va preparato innanzitutto con una diserbo del terreno per rimuovere tutte le sostanze infestanti. Si utilizzano, in questa fase, dei diserbanti appositi. La scelta del diserbante (e di altri prodotti aggiuntivi che non vengano dalla terra) deve essere attenta e puntare soprattutto su sostanze naturali.

Se un giardino è destinato alla crescita di alimenti, non devi utilizzare dei prodotti chimici. Successivamente si deve arare il terreno (per livellarlo) e stendere uno strato di terriccio adatto a quello che avrai deciso di piantare (su cui ci soffermeremo dopo). A questo punto della preparazione il terreno, ovviamente, deve essere seminato appunto con le piante che ti interessano. Il modo migliore di inseminare il terreno è quello di utilizzare una seminatrice, la quale è più indicata rispetto alla seminazione a mano perché distribuisce i semi in maniera uniforme, senza bisogno di tornare due volte sullo stesso posto. Infine a questo punto serve innaffiare più volte al giorno il terreno per mantenerlo umido e permettere la germinazione delle sementi.

Scarificazione e arieggiatura del giardino

Per crescere bene, le sementi hanno bisogno di aria oltre che di acqua. Però c’è il problema che l’aria esterna ha molta difficoltà a penetrare nel terreno, e arieggiatore da giardinoquesto significa che il terreno in profondità è quasi in apnea.

Quindi è necessario far arrivare l’acqua ancora più in profondità, attraverso la scarificazione. E’ un processo molto semplice: nello spargimento del terriccio, si utilizza una certa quantità di sabbia in modo tale che questa scarichi l’acqua più in basso. Il processo viene facilitato facendo dei piccoli buchi nel terreno, dai quali l’acqua fluisce di sotto. Per fare ciò, in commercio puoi trovare lo scarificatore, abbinato solitamente all’arieggiatore.
Avendo più acqua in profondità, avviene una migliore arieggiatura del terreno. L’ossigeno infatti agirà sia dal basso che dall’alto, favorendo una forte e robusta crescita.

Tempo per seminare il giardino

Se il tuo terreno deve essere ancora seminato, per la nascita del tuo futuro giardino, devi scegliere il tempo in cui seminare. Nell’anno ci sono due periodi migliori: ad aprile (primavera inoltrata) oppure verso metà settembre. Quello che è importante è la temperatura del terreno, non quella esterna. Indicativamente, la temperatura del terreno deve essere costantemente sopra i 10 gradi.

Nel primo caso, in primavera si sceglie aprile e non fine marzo nell’eventualità di qualche gelata che arriva più tardi che stroncherebbe sul nascere il tuo lavoro. Il calore che si appresta a venire manterrà il terreno molto caldo quindi il giardino verrà molto resistente. Ma deve crescere prima delle grandi ondate di calore estivo, altrimenti si rischia di perdere il lavoro.

Di contro, seminare il giardino a settembre è la scelta migliore. Il caldo torrido è passato e ci sono le condizioni ideali per il terreno di rimanere umido e con temperature interne elevate per crescere più in fretta e più forte.

Scelta delle sementi da giardino

Ovviamente, il tutto dipende anche dalle sementi che scegli di utilizzare. Puoi avere il classico prato da calpestio, fatto quindi di erbetta resistente che nonsementi d'erba richiede una particolare cura, se non che il taglio e l’innaffiamento. Oppure puoi avere dei fiori molto belli e vivaci, in cui dovrai mostrare tutto il tuo pollice verde.

Un’altra soluzione molto bella e comoda è quella di utilizzare delle piante rampicanti, ossia dei vegetali che hanno uno sviluppo verso l’alto. Esistono piante rampicanti di tantissimi generi e colori (anche con fiori) per soddisfare qualsiasi tuo gusto estetico. In secondo luogo, non costituiscono un problema per lo spazio visto che staranno attorno a un tronco, oppure un muro.

Manutenzione del giardino

Insomma, la scelta delle sementi è fondamentale per l’aspetto che vuoi dare al tuo giardino e soprattutto per la manutenzione che vuoi dedicargli. Se sei già esperto nella cura del prato, allora puoi dedicarti alle piante più difficili, che spesso sono anche le più costose. Oppure, puoi optare per delle sementi facili (come appunto l’erba da calpestio) o anche piante grasse, che richiedono pochissima acqua, non perdono foglie (quindi non c’è il problema che si sporchi il giardino) e sono molto gradevoli alla vista. Pertanto, valuta bene qual’è il tempo e l’impegno che vuoi impiegare nella manutenzione del tuo giardino.

Arredi da giardino

Solo perché un giardino è naturale, non vuol dire che non possa convivere con l’artificiale. Puoi pensare di allestire nel tuo giardino elementi artificiali che arredi per il giardinocreino una zona di comfort. Nel caso più semplice, un gazebo con un tavolino, delle sedie o dei divanetti, e perchè no, magari un bello sdraio per prendere il sole.

Oppure puoi anche installare una pergola con un impianto di illuminazione apposito, magari attaccata al muro di casa, richiusa con pareti mobili apposite per utilizzare uno spazio all’aperto tutto l’anno, anche nei mesi più freddi.
Una panchina in legno, l’arredo più classico che ci sia. Oppure un’altalena per bambini. Insomma le possibilità sono così tante che puoi fare tutto quello che ti pare col tuo giardino.

Serre ed orticelli

Una buona idea per avere un bel giardino è quello di inserire una piccola serra in un angolo. Pensa solo che soddisfazione far crescere i tuoi ortaggi, dalla semplice pianta di basilico, ai limoni oppure anche i Jalapenos messicani.

Come avere un bel giardino
4.5 (90%) 6 votes
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *