Home » Consigli » 10 consigli su come risparmiare con il condizionatore

10 consigli su come risparmiare con il condizionatore

10 consigli su come risparmiare con il condizionatore
  • Staff Angolo degli Acquisti
  • 7 mesi ago

Finalmente, dopo tanti mesi di freddo e brividi, l’estate è alle porte. Sole, mare e vacanze. E caldo, tanto caldo. Tra le mure domestiche a volte non è così piacevole essere travolti dal sole, dall’aria calda e dall’afa.

Quindi per fortuna la tecnologia ci ha portato degli elettrodomestici utilissimi per combattere il calore. Ovviamente, hai capito che si parla di condizionatori e climatizzatori. Il problema di questi elettrodomestici però è che consumano parecchio. Però, facendo alcune accortezze il problema si può arginare tranquillamente.

Prima di iniziare, però, facciamo una breve analisi della differenza tra condizionatore e climatizzatore. Il condizionatore è l’elettrodomestico che getta aria fredda in una stanza, abbassandone la temperatura. Il climatizzatore fa la stessa cosa, con la differenza che in più può controllare l’esatta temperatura e l’umidità ambientale.
Adesso vediamo cosa fare per risparmiare sulla bolletta con il condizionatore portatile e con il condizionatore fisso.

Scegliere la classe energetica più alta

Nel momento in cui vai a scegliere un condizionatore fisso o un climatizzatore portatile da mettere in casa, scegline uno di classe energetica elevata. A o più per intendersi. Infatti, un condizionatore di classe A+++ consuma ben tre volte in meno (in media) rispetto a uno di classe F ad esempio. Un elettrodomestico di classe energetica elevata costa un po’ di più, è vero, ma è un sovrapprezzo che si ammortizza nel tempo sulla bolletta, quindi un ottimo investimento.

Valuta quanti ambienti devi raffreddare

In secondo luogo valuta bene quali sono gli ambienti da raffreddare. Se si tratta di più stanze lontane tra di loro, è inutile mettere il climatizzatore a metà strada, in corridoio. Per sentire l’aria fredda nelle stanze devi settarlo alla massima potenza, sprecare tanta energia ed ottenere comunque un risultato marginale. Quindi se hai due stanze da raffreddare dovresti posizionare due condizionatori portatili oppure optare per un condizionatore fisso a due split.

Controlla la temperatura esterna

Differenza di temperatura in casa

Per risparmiare sulla bolletta devi sapere anche a che temperatura impostare il climatizzatore. Tranquillo, non ci voglio dei calcoloni da coprire un’intera lavagna. Secondo il Ministero della Salute, la temperatura migliore è di circa 6 – 8 gradi in meno rispetto alla temperatura esterna. In questo modo sicuramente non sentirai l’afa addosso, starai al fresco e il condizionatore lavorerà alla massima efficienza, quindi risparmiando sul consumo.

Posiziona il climatizzatore in un punto strategico

E’ importante posizionare il climatizzatore o il condizionatore fisso (a muro) in un luogo adatto. La regola più elementare è che vanno posizionati in alto, perché l’aria fredda tende a scendere, mentre il calore tende a salire. Inoltre è bene mettere il condizionatore in modo che non sia colpito direttamente dalla luce del sole, e anche abbastanza lontano dalla finestra e da zone in cui si accumula il calore.

Non solo, più il condizionatore è libero meglio si diffonde l’aria fresca. Quindi evita accuratamente di nascondere il condizionatore dietro a mobili oppure a tende, perché l’aria fresca si accumulerà solo in quel punto e avrai bisogno di più energia per raffreddare l’ambiente.

Controlla sia presente la funzione deumidificatore

La deumidificazione è una funzione che bene o male tutti i condizionatori di ultima generazione hanno in dotazione (specialmente quelli di ultima generazione). Togliere l’umidità dell’aria serve a diminuire la temperatura percepita (quindi sentirai meno caldo). Quindi a parità di temperatura sentirai più fresco e non dovrai abbassare di troppo la temperatura della stanza, utilizzando il condizionatore a una potenza più bassa per consumare  meno.

Utilizzalo in abbinata con il ventilatore

Valuta di utilizzare il condizionatore insieme ad altri elettrodomestici. Per esempio, usa il condizionatore insieme a un ventilatore che consuma molto di meno. In questo modo puoi sprecare molta meno energia e sentire comunque una bella sensazione di fresco.

Accendilo prima del necessario

E’ uno spreco di energia tenere acceso il condizionatore tutto il giorno. E’ infatti consigliabile accenderlo poche ore prima di quando hai la necessità di avere un ambiente fresco e confortevole. Ad esempio, se solitamente soffri il caldo la sera, dovresti accendere il condizionatore nel tardo pomeriggio in modo che la macchina abbia il tempo di riscaldarsi, senza dover partire al massimo e così consumare il doppio del’elettricità.

Si sa che l’aria condizionata durante la notte può portare facilmente raffreddore, mal di gola e bronchiti, per questo se fa veramente caldo, sarebbe buona norma utilizzare un timer per spegnere il condizionatore un’oretta dopo essere andato a dormire. Questo ti terrà fresco per tutta la notte e non sprecherai una montagna di energia.

Tieni le finestre chiuse

La mamma ci ripeteva sempre: ‘tieni la finestra chiusa altrimenti entra il caldo’. E’ vero. Quando usi il condizionatore, tieni porte e finestre chiuse così l’aria fresca rimarrà concentrata in quella stanza e avrai bisogno di meno energia. Però ogni tanto apri per evitare di rimanere in un ambiente stagnante. Il ricambio d’aria è molto importante.

Acquistare un condizionatore Inverter

Se possibile, scegli un condizionatore con la tecnologia inverter. In pratica, i climatizzatori o condizionatori (soprattutto quelli fissi) che hanno questa tecnologia, sfruttano a pieno la potenza per raggiungere una certa temperatura, per poi funzionare al minimo per mantenerla costante. In questo modo quindi l’ambiente rimane fresco e sprechi molta meno corrente. Più o meno, si risparmia un terzo di energia ogni otto ore di utilizzo.

Manutenzione condizionatoreSvolgere la manutenzione annualmente

Ultima, ma non meno importante, la manutenzione. Come i termosifoni anche il condizionatore ha dei filtri e tubi. Se questi sono otturati o ostruiti dalla polvere, per lavorare bene l’elettrodomestico avrà bisogno di più energia. Quindi almeno una volta all’anno, dopo aver seguito qualche guida su Internet e il libretto di istruzioni, controlla che tutto sia a norma nel condizionatore. Altrimenti, chiedi l’aiuto di un tecnico.

10 consigli su come risparmiare con il condizionatore
3.3 (65.33%) 15 votes
Fai una domanda o lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *